benvenuti in Nato prima? L'allattamento lo aiuta

Pediatria.it

Condividi

Se l'articolo che stai leggendo ti piace, condividilo anche con altri.

e mail via mail
condividi via facebook

Nato prima? L'allattamento lo aiuta

sanihelp.it - I dati epidemiologici documentano il fatto che l'alimentazione naturale è utile non solo per i nati sani a termine, ma anche per i nati prematuri.

Il latte materno possiede indubbi benefici sia per il bambino che per la mamma, per questo l’Organizzazione Mondiale della Sanità la fortemente dalla nascita per sei mesi completi.
I prematuri, se nutriti con latte materno, sono meno soggetti a infezioni gravi (sepsi,meningiti) e a enterocolite necrotizzante, tutte patologie a elevata mortalità e con possibili conseguenze sulla salute a lungo termine.
"L’alimentazione con latte materno, magari mediante un sondino, è molto importante per un neonato in terapia intensiva - afferma Riccardo Davanzo, Pediatra presso la neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale dell’IRCSS Burlo Garofalo, Trieste - Inoltre allattare aiuta la madre a sentirsi attiva e partecipe, in un momento in cui questa sperimenta un forte senso di impotenza".

Riferimento:

Leggi l'articolo originale alla pagina:

http://www.sanihelp.it/news/10857/nato-prima-allattamento-aiuta/1.html

28/5/2010

28/5/2010

Articoli che potrebbero interessarti

Arriva 'iLiver', App su malattie fegato per i pediatri
corrierenazionale.it - Permette ai medici di avere a portata di mano informazioni mediche e raccomandazioni cliniche su tutte le patologie del fegato.
L'allarme dei pediatri: "Solo un quindicenne su due fa sport"
repubblica.it - Adolescenti troppo pigri e tassi di sedentarietà tripli rispetto agli altri paesi europei.
Ordini dei medici, formazione arma indispensabile per migliore qualità servizi
adnkronos.com - L'aggiornamento professionale dei medici e degli operatori sanitari è un'arma indispensabile per combattere la cattiva sanità.
Pediatri lanciano allarme: "Bambini nel mirino degli spacciatori"
ilgiornale.it - I pediatri napoletani sono preoccupati del nuovo fenomeno che interessa sempre più bambini tra i 10 e 14 anni.

FocusPediatria aggrega, organizza e rende maggiormente fruibili contenuti provenienti da fonti Blog e Siti web (o Blog o Siti). FocusPediatria, come consuetudine nei motori di ricerca web, nel pieno rispetto del copyright dei contenuti stessi, mostra i contenuti ai propri visitatori solo in forma di titolo e abstract, rimandando i propri visitatori, tramite appositi link, direttamente alla fonte di provenienza del contenuto stesso per la visione integrale dello stesso.
L'inclusione dei tali contenuti in FocusPediatria non comporta l'approvazione o l'avallo nè implica alcuna forma di garanzia da parte di ICP, la quale non effettua alcun tipo di controllo. I contenuti non vengono in alcun modo modificati dal team di FocusPediatria. ICP pertanto non assume alcuna responsabilità, a titolo esemplificativo e non esaustivo, della legalità, veridicità e/o correttezza di tali Contenuti o notizie, o foto o video, nè delle eventuali opinioni, informazioni, pubblicità, di servizi o prodotti a pagamento o meno, ivi presenti o offerti, nè del rispetto dei diritti di proprietà industriale e/o intellettuale o delle norme in materia di protezione dei dati personali, nè risponde della loro eventuale contrarietà all'ordine pubblico, buon costume e/o comunque alla morale.