benvenuti in Due o tre cose sulla Sanità secondo un pediatra

Pediatria.it

Condividi

Se l'articolo che stai leggendo ti piace, condividilo anche con altri.

e mail via mail
condividi via facebook

Due o tre cose sulla Sanità secondo un pediatra

unita.it - Andrea Satta, pediatra da quindici anni nella capitale, commenta le proposte di riforma della medicina di base.

leggiamo su unita.it:

"Io sono un pediatra, certo musicista e scrittore, ma faccio il pediatra nella periferia della metropoli. Da quindici anni di mille bambini mi sento tutore della salute. Leggo in queste ore le proposte di riforma della medicina di base, obiettivi: risparmiare e sgonfiare l’affollamento al Pronto Soccorso. Risparmiare sugli sprechi sì, ritagliare sui servizi che riguardano la salute e l’infanzia no. Ma alla base c’è anche un problema culturale, l’utenza è stimolata all’ansia perché con l’ansia si vendono farmaci e prestazioni sanitarie e poi si naviga troppo spesso nello stagno della autotutela medico-legale. Non si può per anni travisare il concetto di «prevenzione» con quello di «allarme» e poi meravigliarsi che una mamma al primo colpo di tosse del suo bambino, alla prima linea di febbre, voli in Ospedale."

Riferimento

L'articolo originale alla pagina: http://dioemorto.comunita.unita.it/2012/09/09/due-o-tre-cose-sulla-sanita-secondo-un-pediatra/

18/9/2012

18/9/2012

Articoli che potrebbero interessarti

Farmaci: pediatri, no a prescrizioni da parte infermieri
federfarma.it - "Il commento di Giampietro Chiamenti all'ipotesi lanciata dal direttore dell'Aifa Mario Melazzini."
Che fine ha fatto il decreto Balduzzi?
healthdesk.it - Simpef, per bocca del suo segretario nazionale Missaglia, esprime preoccupazione per i ritardi nell'applicazione dal decreto-legge Balduzzi.
Lombardia accetterà a scuola anche bimbi non vaccinati e senza prenotazione. "Ma dovranno adeguarsi in 30 giorni"
quotidianosanita.it - La Regione sta per approvare un percorso alle famiglie non in regola affinché possano recuperare la mancata vaccinazione.
Sos social. Ragazzine tra twitter e fb sono meno felici
quotidianosanita.it - A dieci anni, interagire sui social per più di un'ora al giorno porterebbe a un punteggio più basso su felicità e benessere.

FocusPediatria aggrega, organizza e rende maggiormente fruibili contenuti provenienti da fonti Blog e Siti web (o Blog o Siti). FocusPediatria, come consuetudine nei motori di ricerca web, nel pieno rispetto del copyright dei contenuti stessi, mostra i contenuti ai propri visitatori solo in forma di titolo e abstract, rimandando i propri visitatori, tramite appositi link, direttamente alla fonte di provenienza del contenuto stesso per la visione integrale dello stesso.
L'inclusione dei tali contenuti in FocusPediatria non comporta l'approvazione o l'avallo nè implica alcuna forma di garanzia da parte di ICP, la quale non effettua alcun tipo di controllo. I contenuti non vengono in alcun modo modificati dal team di FocusPediatria. ICP pertanto non assume alcuna responsabilità, a titolo esemplificativo e non esaustivo, della legalità, veridicità e/o correttezza di tali Contenuti o notizie, o foto o video, nè delle eventuali opinioni, informazioni, pubblicità, di servizi o prodotti a pagamento o meno, ivi presenti o offerti, nè del rispetto dei diritti di proprietà industriale e/o intellettuale o delle norme in materia di protezione dei dati personali, nè risponde della loro eventuale contrarietà all'ordine pubblico, buon costume e/o comunque alla morale.