benvenuti in Nel 2015 emesse oltre 23 mln di Ricette elettroniche farmaceutiche dematerializzate, oltre il 70% di tutte le prescrizioni

Pediatria.it

Condividi

Se l'articolo che stai leggendo ti piace, condividilo anche con altri.

e mail via mail
condividi via facebook

Nel 2015 emesse oltre 23 mln di Ricette elettroniche farmaceutiche dematerializzate, oltre il 70% di tutte le prescrizioni

quotidianosanita.it - La Regione aveva iniziato la sperimentazione nell’ottobre 2014 tramite Lombardia Informatica in ottemperanza ad un decreto ministeriale.

Leggiamo su quotidianosanita.it:

"Il primo marzo è partita ufficialmente la ricetta nazionale elettronica. Valida in tutte le farmacie italiane, non più solo nelle regionali di appartenenza. Se un medico di famiglia della Lombardia prescrive dunque un farmaco rimborsabile, lo farà elettronicamente sul computer o Tablet e darà al paziente un pro-memoria. Consegnandolo in una qualsiasi farmacia italiana, dunque non solo in Lombardia, il paziente riceverà la medicina di cui ha bisogno pagando il ticket che pagherebbe nella sua regione di provenienza."

Riferimento

L'articolo originale alla pagina: http://www.quotidianosanita.it/lombardia/articolo.php?articolo_id=37127

10/3/2016

10/3/2016

Articoli che potrebbero interessarti

Scandalo Sandoz: soldi ai pediatri per somministrare ormoni della crescita ai bambini
articolotre.com - Secondo l’inchiesta condotta dai Nas, il gruppo farmaceutico Sandoz avrebbe pagato dei pediatri affinché prescrivessero alcuni farmaci.
Intesa tra i pediatri Simpef e l’Asl su accordo aziendale
quotidianosanita.it - Risolto il nodo burocratico sulla rappresentatività, che aveva escluso in un primo momento la Simpef dalla trattativa.
Ciuccio libero, toglierlo a 3 anni non è tassativo
adnkronos.com - Toglierlo a 3 anni non è un'indicazione tassativa. Se rinunciarvi per il bimbo è un trauma, meglio lasciarglielo e riprovare ogni 6 mesi.
Influenza A: narcolessia dopo vaccino, casi all'esame dell'Oms
comunicati-stampa.net - Dall'agosto 2010 sono stati segnalati casi di narcolessia che sembrano collegabili alla vaccinazione contro l'influenza H1N1.

FocusPediatria aggrega, organizza e rende maggiormente fruibili contenuti provenienti da fonti Blog e Siti web (o Blog o Siti). FocusPediatria, come consuetudine nei motori di ricerca web, nel pieno rispetto del copyright dei contenuti stessi, mostra i contenuti ai propri visitatori solo in forma di titolo e abstract, rimandando i propri visitatori, tramite appositi link, direttamente alla fonte di provenienza del contenuto stesso per la visione integrale dello stesso.
L'inclusione dei tali contenuti in FocusPediatria non comporta l'approvazione o l'avallo nè implica alcuna forma di garanzia da parte di ICP, la quale non effettua alcun tipo di controllo. I contenuti non vengono in alcun modo modificati dal team di FocusPediatria. ICP pertanto non assume alcuna responsabilità, a titolo esemplificativo e non esaustivo, della legalità, veridicità e/o correttezza di tali Contenuti o notizie, o foto o video, nè delle eventuali opinioni, informazioni, pubblicità, di servizi o prodotti a pagamento o meno, ivi presenti o offerti, nè del rispetto dei diritti di proprietà industriale e/o intellettuale o delle norme in materia di protezione dei dati personali, nè risponde della loro eventuale contrarietà all'ordine pubblico, buon costume e/o comunque alla morale.