benvenuti in Salute: medici di famiglia contro 'Le Iene', non siamo delinquenti

Pediatria.it

Condividi

Se l'articolo che stai leggendo ti piace, condividilo anche con altri.

e mail via mail
condividi via facebook

Salute: medici di famiglia contro 'Le Iene', non siamo delinquenti

salute.asca.it - Nel servizio mandato in onda si descrive un Sistema sanitario gestito in modo malavitoso nel quale i professionisti prescrivono farmaci oltre il necessario per avere in cambio regali.

Leggiamo su "salute.asca.it"

''Invitiamo i telespettatori che hanno seguito ieri sera la trasmissione 'Le Iene' a fare una riflessione seria sulla credibilita' della 'puntata-spazzatura'. Nel servizio mandato in onda si descrive un Sistema sanitario gestito in modo malavitoso da decine di migliaia di medici, farmacisti e informatori medico scientifici nel quale i professionisti prescrivono farmaci oltre il necessario per avere in cambio regali, viaggi in localita' esotiche e anche automobili.
Si e' accusato inoltre il medico di scrivere sulla ricetta 'non sostituibile' per avere un televisore o un viaggio a Miami e non per evitare che il paziente, spesso anziano e in trattamento con numerosi farmaci, si veda cambiare il suo medicinale ogni 15 giorni a seconda della disponibilita' del magazzino della farmacia piu' vicina''. E' quanto dichiara il segretario nazionale della Fimmg Giacomo Milillo.
''Non e' nostra intenzione - aggiunge - aprire polemiche sterili con gli autori della trasmissione, ad altri soggetti lasciamo il compito di perseguire il malaffare. Riteniamo sbagliato e scorretto il messaggio passato nelle trasmissione di ieri sera, per questo abbiamo dato mandato ai nostri avvocati di valutare l'esistenza di possibili motivazioni di querela a tutela del buon nome della categoria. Siamo invece interessati a entrare nel merito delle questioni sollevate, ribadendo con assoluta decisione le nostre convinzioni, sulla base delle quali abbiamo diffuso precise linee guida di comportamento ai nostri medici: non mettiamo in discussione l'efficacia dei farmaci 'generici'; non e' assolutamente vero che i farmaci equivalenti sono identici fra loro; il concetto di equivalenza e' riferito a sofisticati concetti farmacologici ''di laboratorio'' e non alla pratica medica sul campo; il medico ha numerosi fondati motivi che gli impongono il dovere etico di scrivere ''non sostituibile'' sulla ricetta, non da ultimo quello di evitare elementi di confusione quando il paziente si trova esposto a continui cambi di diversi prodotti dello stesso farmaco. Su queste affermazioni siamo pronti e disponibili a un confronto pubblico con il Prof. Garattini, citato nella trasmissione, o con altri autorevoli esperti''.

 

Riferimento

Leggi l'articolo originale alla pagina:

http://salute.asca.it/interna-Salute-Salute__medici_di_famiglia_contro__Le_Iene___non_siamo_delinquenti-1137820-0-0.html


 

27/3/2012

27/3/2012

Articoli che potrebbero interessarti

Sedazione cosciente contro la paura del dentista
asca.it - La sedazione tramite protossido d'azoto o sedazione cosciente può essere usata nei bambini molto piccoli dall'eta di 4 anni in poi.
In nuovo Acn vi sia ritorno a tutela automatica dei primi 30 giorni di malattia presso l’Ente previdenziale
quotidianosanita.it - Lanciate proposte in vista della trattativa per il nuovo Acn.
5,5 mln di baby accessi al pronto soccorso, 20% di notte
Adnkronos.it - Pronto soccorso punto di riferimento per i genitori italiani: gli accessi sono aumentati, in rapporto all'aumento della popolazione pediatrica.
Libera professione. A chi versare i contributi previdenziali? I chiarimenti di Enpam e Inps
quotidianosanita.it - Una circolare condivisa Enpam-Inps chiarisce come applicare il prelievo contributivo.

FocusPediatria aggrega, organizza e rende maggiormente fruibili contenuti provenienti da fonti Blog e Siti web (o Blog o Siti). FocusPediatria, come consuetudine nei motori di ricerca web, nel pieno rispetto del copyright dei contenuti stessi, mostra i contenuti ai propri visitatori solo in forma di titolo e abstract, rimandando i propri visitatori, tramite appositi link, direttamente alla fonte di provenienza del contenuto stesso per la visione integrale dello stesso.
L'inclusione dei tali contenuti in FocusPediatria non comporta l'approvazione o l'avallo nè implica alcuna forma di garanzia da parte di ICP, la quale non effettua alcun tipo di controllo. I contenuti non vengono in alcun modo modificati dal team di FocusPediatria. ICP pertanto non assume alcuna responsabilità, a titolo esemplificativo e non esaustivo, della legalità, veridicità e/o correttezza di tali Contenuti o notizie, o foto o video, nè delle eventuali opinioni, informazioni, pubblicità, di servizi o prodotti a pagamento o meno, ivi presenti o offerti, nè del rispetto dei diritti di proprietà industriale e/o intellettuale o delle norme in materia di protezione dei dati personali, nè risponde della loro eventuale contrarietà all'ordine pubblico, buon costume e/o comunque alla morale.