benvenuti in Neonati prematuri: nuova tecnica per curare l'emorragia cerebrale

Pediatria.it

Condividi

Se l'articolo che stai leggendo ti piace, condividilo anche con altri.

e mail via mail
condividi via facebook

Neonati prematuri: nuova tecnica per curare l'emorragia cerebrale

sanioggi.it - A Genova è stata sperimentata una nuova tecnica per il trattamento dell'emorragia cerebrale dei prematuri che dovrebbe poter garantire un miglior livello di resistenza dei neonati.

Leggiamo su "sanioggi.it"

"Se le considerazioni cui sono giunti i ricercatori saranno confermate, si tratterebbe di un passo in avanti significativo nello sviluppo di queste complicazioni. Al giorno d’oggi, infatti, la sopravvivenza dei nati prematuramente, di peso inferiore a 1.500 grammi, è intorno al 50%, con aumento dell’emorragia intraventricolare nel 40% dei casi: gli effetti di tale lesione sono ben noti, e oscillazione dall’infarto venoso all’idrocefalo postemorragico.
In particolare, ricordiamo come l’idrocefalo – cioè la dilatazione delle cavità ventricolari in cui si accumula il liquido cerebrale – sia principalmente legato all’accumulo di liquido nella scatola cranica. La dilatazione ventricolare è invece un aumento della pressione endocranica che può provocare gravi pregiudizi e, a volte, danni talmente gravi da condurre al coma e al decesso."

Riferimento

Leggi l'articolo originale alla pagina:

http://www.sanioggi.it/neonati-prematuri-nuova-tecnica-per-curare-lemorragia-cerebrale/2422.html

27/3/2012

27/3/2012

Articoli che potrebbero interessarti

Tumori al cervello: si studia vademecum
tantasalute.it - Progetto di ricerca "Il tumore cerebrale nel bambino: un supporto alla comunicazione genitori-bambino riguardo alla malattia"
Broncospasmo virale. Mario Negri: "Beclometasone poco efficace nel prevenirlo".
quotidianosanita.it - È quanto emerge da uno studio indipendente finanziato dall'Aifa e condotto dall'Irccs Mario Negri in collaborazione con i pediatri.
Allarme influenza per il prossimo inverno
meteoweb.eu - Il virus A H1N1, protagonista gia’ delle passate stagioni influenzali, terra’ banco anche il prossimo inverno.
Obesità. Simpef: "Preoccupa il tasso di quella infantile. Più spazio al pediatra di famiglia"
quotidianosanita.it - Il pediatra di famiglia dispone di strumenti unici che consentono di intercettare queste situazioni.

FocusPediatria aggrega, organizza e rende maggiormente fruibili contenuti provenienti da fonti Blog e Siti web (o Blog o Siti). FocusPediatria, come consuetudine nei motori di ricerca web, nel pieno rispetto del copyright dei contenuti stessi, mostra i contenuti ai propri visitatori solo in forma di titolo e abstract, rimandando i propri visitatori, tramite appositi link, direttamente alla fonte di provenienza del contenuto stesso per la visione integrale dello stesso.
L'inclusione dei tali contenuti in FocusPediatria non comporta l'approvazione o l'avallo nè implica alcuna forma di garanzia da parte di ICP, la quale non effettua alcun tipo di controllo. I contenuti non vengono in alcun modo modificati dal team di FocusPediatria. ICP pertanto non assume alcuna responsabilità, a titolo esemplificativo e non esaustivo, della legalità, veridicità e/o correttezza di tali Contenuti o notizie, o foto o video, nè delle eventuali opinioni, informazioni, pubblicità, di servizi o prodotti a pagamento o meno, ivi presenti o offerti, nè del rispetto dei diritti di proprietà industriale e/o intellettuale o delle norme in materia di protezione dei dati personali, nè risponde della loro eventuale contrarietà all'ordine pubblico, buon costume e/o comunque alla morale.