benvenuti in Come stanno i bambini italiani

Pediatria.it

Condividi

Se l'articolo che stai leggendo ti piace, condividilo anche con altri.

e mail via mail
condividi via facebook

Come stanno i bambini italiani

corriere.it - Stato di salute e qualità dell'assistenza della popolazione in età pediatrica nelle regioni italiane, realizzato dalla Società Italiana di Pediatria e da Osservasalute.

Leggiamo su "corriere.it"

"NON È UN PAESE PER PICCOLI - Secondo il rapporto, l’Italia rischia di rimanere un Paese di “nonni senza nipoti”, tanto sono bassi natalità e ricambio generazionale. Dal 1871 al 2009 la natalità si è quasi dimezzata; oggi nascono 9,5 bebè ogni mille abitanti, soprattutto da genitori stranieri, contro il 12,8‰ della Francia e del Regno Unito.
A TAVOLA PICCOLI “TIRANNI” - A tavola i ragazzi si comportano come “piccoli tiranni”. «Purtroppo comanda il bambino - spiega Alberto Ugazio, presidente della Società Italiana di Pediatria e coordinatore del Dipartimento di Medicina Pediatrica dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma - . I genitori non sono più in grado di indicare ai figli gli alimenti giusti e sbagliati: chiedono a loro, anche quando sono molto piccoli, cosa vogliono mangiare, ma i bambini non hanno gli strumenti per decidere».
POCO MOVIMENTO - All’alimentazione sregolata e ipercalorica si aggiunge lo scarso movimento.
COMPORTAMENTI TRASGRESSIVI - Crescono i comportamenti trasgressivi che mettono a rischio la salute.
ASSISTENZA SANITARIA - «L’assistenza pediatrica è buona, in alcuni casi eccellente – fa notare Ricciardi - , ma va migliorata perché si ricorre all’ospedale ancora in troppi casi, soprattutto al Sud.
RETE OSPEDALIERA DISOMOGENEA - Nel nostro Paese sono 501 le strutture pediatriche, ancora spesso orientate verso la cura di malattie acute. Oggi, però, la sfida è rappresentata dalle malattie croniche complesse."
 

Riferimento

Leggi l'articolo originale alla pagina:

http://www.corriere.it/salute/12_gennaio_30/come-stanno-bambini-italiani_49f4fc28-4b5a-11e1-8fad-efe86d39926f.shtml

31/1/2012

31/1/2012

Articoli che potrebbero interessarti

Lorenzin in audizione: "Rafforzare servizi neuropsichiatria infantile"
quotidianosanita.it - Il ministro della Salute è intervenuto presso la commissione parlamentare sull'Infanzia e l'Adolescenza sui 'bambini fuori famiglia'.
Stop al cucchiaio per dosare gli sciroppi
adnkronos.it - Arriva dai pediatri americani lo stop all'abitudine consolidata di usare cucchiai o cucchiaini per dosare sciroppi e altre medicine liquide.
Vaccini low cost antimeningite: l'iniziativa è un flop, aderiscono solo 15 pediatri su 141
repubblica.it - Un mese fa la Regione aveva fatto un accordo con la federazione per sfoltire le code negli ospedali.
Francia, ricompense fino a 300 euro per non fumare in gravidanza
ilgiornale.it - La sperimentazione al via a Parigi. Una su cinque non lascia le sigarette mentre aspetta.

FocusPediatria aggrega, organizza e rende maggiormente fruibili contenuti provenienti da fonti Blog e Siti web (o Blog o Siti). FocusPediatria, come consuetudine nei motori di ricerca web, nel pieno rispetto del copyright dei contenuti stessi, mostra i contenuti ai propri visitatori solo in forma di titolo e abstract, rimandando i propri visitatori, tramite appositi link, direttamente alla fonte di provenienza del contenuto stesso per la visione integrale dello stesso.
L'inclusione dei tali contenuti in FocusPediatria non comporta l'approvazione o l'avallo nè implica alcuna forma di garanzia da parte di ICP, la quale non effettua alcun tipo di controllo. I contenuti non vengono in alcun modo modificati dal team di FocusPediatria. ICP pertanto non assume alcuna responsabilità, a titolo esemplificativo e non esaustivo, della legalità, veridicità e/o correttezza di tali Contenuti o notizie, o foto o video, nè delle eventuali opinioni, informazioni, pubblicità, di servizi o prodotti a pagamento o meno, ivi presenti o offerti, nè del rispetto dei diritti di proprietà industriale e/o intellettuale o delle norme in materia di protezione dei dati personali, nè risponde della loro eventuale contrarietà all'ordine pubblico, buon costume e/o comunque alla morale.