benvenuti in New Jersey, alunni obesi col braccialetto elettronico

Pediatria.it

Condividi

Se l'articolo che stai leggendo ti piace, condividilo anche con altri.

e mail via mail
condividi via facebook

New Jersey, alunni obesi col braccialetto elettronico "Così mangiano meno"

lastampa.it - Genitori in rivolta. I presidi: vogliamo evitare che s'ammalino.

Leggiamo su "lastampa.it"

"Braccialetti elettronici per combattere l’obesità infantile: è l’iniziativa cui si affida un distretto scolastico di Long Island al fine di monitorare l’attività fisica degli studenti. Ma genitori e militanti dei diritti civili salgono sulle barricate e parlano di gigantesca violazione della privacy dei ragazzi.
L’idea a Ted Nagengast è venuta dall’osservazione dei risultati sperimentali ottenuti da due scuole, a St Louis in Missouri e nel distretto di South Orange in New Jersey, dove i braccialetti Polar Active Electro hanno riscosso numerosi consensi. Si tratta di oggetti elettronici molto simili a quelli per i detenuti in libertà vigilata. Anche questi vengono messi al polso, ma i dati che accumulano sono quelli relativi all’attività fisica, che vengono poi raccolti dai docenti durante l’orario di scuola e scaricati su siti Web, cui si accede con password in possesso esclusivamente degli studenti e degli insegnanti responsabili della loro salute.
Questo significa che ogni giorno, quando l’alunno entra in classe, riversa su un computer i dati relativi all’attività fisica che ha fatto nelle 24 ore precedenti, consentendo agli insegnanti di verificare anche come hanno reagito gli organi del corpo - a cominciare dal cuore - con la conseguente possibilità di definire esercizi appositi per ogni ragazzo. In particolare a essere registrate dai braccialetti sono le informazioni sui battiti cardiaci e sulle calorie accumulate."

 

Riferimento

Leggi l'articolo originale alla pagina:

http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/finestrasullamerica/grubrica.asp?ID_blog=43&ID_articolo=2323&ID_sezione=58

17/1/2012

17/1/2012

Articoli che potrebbero interessarti

Influenza. Diagnosi più accurate con i nuovi test immunologici rapidi
quotidianosanita.it - Sarebbero più sensibili di quelli tradizionali, secondo uno studio pubblicato su Annals of Internal Medicine.
Morbillo: nel 2017 in Europa +304 per cento. In Italia va peggio: +481 per cento
quotidianosanita.it - L'Ufficio regionale per l'Europa dell'Oms ha pubblicato nuovi dati per il 2017.
Nasce il consorzio globale contro l'Hiv pediatrico
healthdesk.it - I più grandi centri che nel mondo si occupano di Hiv pediatrico si sono uniti nel consorzio internazionale Epiical per trovare una cura.
Società francese ricerca in sicilia medici per importanti strutture ospedaliere
regionesicilia.myblog.it - Per 31 medici siciliani si potrebbero aprire le porte di importanti strutture ospedaliere della Francia.

FocusPediatria aggrega, organizza e rende maggiormente fruibili contenuti provenienti da fonti Blog e Siti web (o Blog o Siti). FocusPediatria, come consuetudine nei motori di ricerca web, nel pieno rispetto del copyright dei contenuti stessi, mostra i contenuti ai propri visitatori solo in forma di titolo e abstract, rimandando i propri visitatori, tramite appositi link, direttamente alla fonte di provenienza del contenuto stesso per la visione integrale dello stesso.
L'inclusione dei tali contenuti in FocusPediatria non comporta l'approvazione o l'avallo nè implica alcuna forma di garanzia da parte di ICP, la quale non effettua alcun tipo di controllo. I contenuti non vengono in alcun modo modificati dal team di FocusPediatria. ICP pertanto non assume alcuna responsabilità, a titolo esemplificativo e non esaustivo, della legalità, veridicità e/o correttezza di tali Contenuti o notizie, o foto o video, nè delle eventuali opinioni, informazioni, pubblicità, di servizi o prodotti a pagamento o meno, ivi presenti o offerti, nè del rispetto dei diritti di proprietà industriale e/o intellettuale o delle norme in materia di protezione dei dati personali, nè risponde della loro eventuale contrarietà all'ordine pubblico, buon costume e/o comunque alla morale.