benvenuti in Lavatrice: i lavaggi a basse temperature mettono a rischio la nostra salute?

Pediatria.it

Condividi

Se l'articolo che stai leggendo ti piace, condividilo anche con altri.

e mail via mail
condividi via facebook

Lavatrice: i lavaggi a basse temperature mettono a rischio la nostra salute?

wellme.it - Un'indagine svolta dall'International Scientific Forum sull'igiene domestica. I lavaggi a basse temperature potrebbero non essere sufficienti ad uccidere i germi che causano malattie.

Leggiamo su "wellme.it"

"La Professoressa Sally Bloomfield, della London School of Hygiene and Tropical Medicine, ha chiesto una campagna per educare i consumatori all’igiene nel lavaggio “Noi abbiamo bisogno di lavare i capi in un modo che li renda puliti non solo all’apparenza, ma anche da un punto di vista igienico” afferma.
La sua considerazione è sostenuta da uno studio tedesco sullo Staphylococcus aureus, legato ad infezioni della pelle e delle vie urinarie ed alla polmonite. I ricercatori hanno scoperto che l’unico modo per rimuovere i batteri è effettuare il lavaggio ad una temperatura di 40° utilizzando un detergente con candeggina. “In inverno il norovirus – causa di gastroenteriti acute – potrebbe facilmente diffondersi in famiglia attraverso la lavatrice, se non si utilizzano temperature di lavaggio elevate”. Poiché la maggior parte delle persone sono resistenti ad infezioni simili, per coloro con un’immunità ridotta, come le persone anziane ed i pazienti dimessi da poco dall’ospedale, questo rischio potrebbe causare problemi seri.
Contemporaneamente gli esperti di allergie riportano i dai degli studi che dimostrano che lavare a 30° o 40° uccide solo il 6% degli acari della polvere, rispetto ad un lavaggio a 60° che ne uccide invece il 100%. C’è inoltre il timore che, a lungo termine, i lavaggi a basse temperature possano avere implicazioni più serie, come ad esempio la diffusione del batterio MRSA. “L’antico modo di lavare gli indumenti consisteva nel bollirli a 100° - afferma John Oxford, professore di virologia a St Barts e capo del Global Hygiene Council – Per essere sicuri di eliminare alcuni tipi di batteri, è necessario riportare le temperature di lavaggio a 60°”.

Riferimento

Leggi l'articolo originale alla pagina:

http://www.wellme.it/approfondimenti/come-fare-per/3679-lavatrice-i-lavaggi-a-basse-temperature-mettono-a-rischio-la-nostra-salute

 

25/10/2011

25/10/2011

Articoli che potrebbero interessarti

L'allarme dei pediatri: "Solo un quindicenne su due fa sport"
repubblica.it - Adolescenti troppo pigri e tassi di sedentarietà tripli rispetto agli altri paesi europei.
In Campania il 5% dei bimbi ha l'asma
corriere.it - In Campania aumentano i casi di asma, e tra i più colpiti, a quanto pare, ci sono i bambini.
Attenti a tenere troppo il pc sulle gambe. Può portare alla "sindrome da tostapane"
corriere.it - Il caso di un dodicenne sulla rivista "Pediatrics": su una coscia si sono formate macchie a causa del forte calore
I figli di coppie gay rischiano scompensi neuropsichiatrici
irispress.it - Figli di gay sono tendenzialmente ad alto rischio di problemi sicuramente psicosomatici, neuropsichiatrici e di depressione.

FocusPediatria aggrega, organizza e rende maggiormente fruibili contenuti provenienti da fonti Blog e Siti web (o Blog o Siti). FocusPediatria, come consuetudine nei motori di ricerca web, nel pieno rispetto del copyright dei contenuti stessi, mostra i contenuti ai propri visitatori solo in forma di titolo e abstract, rimandando i propri visitatori, tramite appositi link, direttamente alla fonte di provenienza del contenuto stesso per la visione integrale dello stesso.
L'inclusione dei tali contenuti in FocusPediatria non comporta l'approvazione o l'avallo nè implica alcuna forma di garanzia da parte di ICP, la quale non effettua alcun tipo di controllo. I contenuti non vengono in alcun modo modificati dal team di FocusPediatria. ICP pertanto non assume alcuna responsabilità, a titolo esemplificativo e non esaustivo, della legalità, veridicità e/o correttezza di tali Contenuti o notizie, o foto o video, nè delle eventuali opinioni, informazioni, pubblicità, di servizi o prodotti a pagamento o meno, ivi presenti o offerti, nè del rispetto dei diritti di proprietà industriale e/o intellettuale o delle norme in materia di protezione dei dati personali, nè risponde della loro eventuale contrarietà all'ordine pubblico, buon costume e/o comunque alla morale.