benvenuti in Prevenzione e controllo dell'influenza: raccomandazioni per  2011-2012

Pediatria.it

Condividi

Se l'articolo che stai leggendo ti piace, condividilo anche con altri.

e mail via mail
condividi via facebook

Prevenzione e controllo dell'influenza: raccomandazioni per 2011-2012

salute.gov.it - Prevenzione e controllo dell'influenza: raccomandazioni per la stagione 2011-2012.

Leggiamo su "salute.gov.it"

"Come avvenuto negli anni precedenti, anche quest’anno la Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria ha predisposto la Circolare annuale recante indicazioni per la prevenzione ed il controllo dell’influenza stagionale.
L’emanazione della Circolare “Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2011-2012” è un atto dovuto dal momento che, ogni anno, la modifica dei ceppi di virus influenzali circolanti rende necessario modificare la composizione del vaccino antinfluenzale stagionale.
Il documento è stato rivisto con l’Istituto Superiore di Sanità per gli aggiornamenti tecnico-epidemiologici ed essendo un documento esplicativo dell’Accordo concernente il Nuovo Piano Nazionale Vaccini 2005-2007 del 3 marzo 2005, tra il Ministero della Salute e i Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome (ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281), come tale, è stato condiviso con il Coordinamento Interregionale della Prevenzione, che ne ha approvato i contenuti.
Dai dati raccolti dall’OMS risulta che il virus pandemico A/H1N1v ha essenzialmente co-circolato con i virus A/H3N2 e B essendo più o meno predominante nei diversi paesi dell’emisfero settentrionale.
Pertanto per la stagione 2011-12, l’OMS ha indicato che la composizione del vaccino per l'emisfero settentrionale sia la seguente:
    antigene analogo al ceppo A/California/7/2009 (H1N1)
    antigene analogo al ceppo A/Perth/16/2009 (H3N2)
    antigene analogo al ceppo B/Brisbane/60/2008.
La circolazione nel mondo del virus A/H1N1v per la seconda stagione consecutiva, suggerisce la possibilità che esso continui a circolare anche il prossimo inverno e, pertanto, è stato incluso nella composizione del vaccino per la prossima stagione influenzale."

 

Riferimento

Leggi l'articolo originale alla pagina:

http://www.salute.gov.it/dettaglio/dettaglioNews.jsp?id=1653&tipo=new

24/8/2011

24/8/2011

Articoli che potrebbero interessarti

Fazio, ci saranno altri casi tbc necessari controlli
asca.it - "Ma positività non significa malattia". Lo ha detto il ministro della Salute, Ferruccio Fazio.
Dolore per 4 bimbi ricoverati su 10
iltempo.it - Pediatria: dolore per 4 bimbi ricoverati su 10, indagine in 59 reparti.
Rivoluzione dal medico di famiglia: nello studio entrano il pediatra e l'infermiere
repubblica.it - Gli ambulatori dovranno essere organizzati in "gruppi di cure" con un medico sempre presente al mattino e al pomeriggio.
L'Associazione culturale pediatri richiama l'attenzione sui rischi inquinamento per la salute dei più piccoli
repubblica.it - l’Associazione Culturale Pediatri richiama l’attenzione sui rischi per la salute dei bambini.

FocusPediatria aggrega, organizza e rende maggiormente fruibili contenuti provenienti da fonti Blog e Siti web (o Blog o Siti). FocusPediatria, come consuetudine nei motori di ricerca web, nel pieno rispetto del copyright dei contenuti stessi, mostra i contenuti ai propri visitatori solo in forma di titolo e abstract, rimandando i propri visitatori, tramite appositi link, direttamente alla fonte di provenienza del contenuto stesso per la visione integrale dello stesso.
L'inclusione dei tali contenuti in FocusPediatria non comporta l'approvazione o l'avallo nè implica alcuna forma di garanzia da parte di ICP, la quale non effettua alcun tipo di controllo. I contenuti non vengono in alcun modo modificati dal team di FocusPediatria. ICP pertanto non assume alcuna responsabilità, a titolo esemplificativo e non esaustivo, della legalità, veridicità e/o correttezza di tali Contenuti o notizie, o foto o video, nè delle eventuali opinioni, informazioni, pubblicità, di servizi o prodotti a pagamento o meno, ivi presenti o offerti, nè del rispetto dei diritti di proprietà industriale e/o intellettuale o delle norme in materia di protezione dei dati personali, nè risponde della loro eventuale contrarietà all'ordine pubblico, buon costume e/o comunque alla morale.