benvenuti in Indagine choc. A Brindisi neonati con malformazioni

Pediatria.it

Condividi

Se l'articolo che stai leggendo ti piace, condividilo anche con altri.

e mail via mail
condividi via facebook

Indagine choc. A Brindisi neonati con malformazioni

lagazzettadelmezzogiorno.it - Anomalie congenite nei neonati. Ne sono state registrate 176 di diversa gravità a Brindisi, tra il 2001 e il 2008.

Leggiamo su "lagazzettadelmezzogiorno.it"

"L’esito dell’indagine è di notevole rilievo perché, per la prima volta, nel capoluogo si ha la misura di un indicatore sanitario, le malformazioni congenite, diverso dalla mortalità o dai ricoveri per malattie neoplastiche o di altro tipo. I dati sono stati verificati incrociandoli con altri disponibili presso l’Utin (unità di terapia intensiva neonatale) di Brindisi dal 1986.
Vediamo nello specifico.
Sono state registrate un totale di 176 anomalie su 7.644 neonati, osservando una percentuale di prevalenza di 230 casi su 10. 000 nati vivi, approssimativamente 18% in più rispetto al dato riportato dal registro europeo.
L’eccesso osservato per le anomali cardiovascolari è maggiore, quasi il 68%.
Sono stati gli stessi ricercatori, nell’esporre gli esiti dello studio, a suggerire l’opportunità di raccogliere i casi registrati negli ospedali al fine di stimare le loro prevalenza tra i neonati.
«Abbiamo osservato una più alta presenza di anomalie congenite a Brindisi - si legge nelle conclusioni dello studio - specialmente per le cardiopatie congenite, dopo averla confrontata con la media europea»."

Riferimento

Leggi l'articolo originale alla pagina:

http://lagazzettadelmezzogiorno.it/notizia.php?IDNotizia=435950&IDCategoria=1

21/6/2011

21/6/2011

Articoli che potrebbero interessarti

Celiachia e obesità, nei bambini è possibile per lo studio de La Sapienza
intelligonews.it - Lo dicono i test sierologici per la ricerca degli anticorpi anti-transglutaminasi, tipici della celiachia.
Vaccinazioni, lo Stato ne richiede 4 ma ne impone 6
ilfattoquotidiano.it - L'obbligo di legge per i neonati riguarda difterite, tetano, poliomelite, epatite b.
L'uovo è una delle principali cause di allergia in età pediatrica
quotidianosanita.it - L’uovo risulta uno dei principali responsabili di reazioni allergiche. A spiegarlo è il Professor Roberto Bernardini.
Pediatra, smentita la notizia della modifica dell'età
tuttasalute.net - Il ministero della Salute ha fatto sapere che, per ora, non c'è nessuna proposta da parte che riguarda il riordino delle cure Primarie.

FocusPediatria aggrega, organizza e rende maggiormente fruibili contenuti provenienti da fonti Blog e Siti web (o Blog o Siti). FocusPediatria, come consuetudine nei motori di ricerca web, nel pieno rispetto del copyright dei contenuti stessi, mostra i contenuti ai propri visitatori solo in forma di titolo e abstract, rimandando i propri visitatori, tramite appositi link, direttamente alla fonte di provenienza del contenuto stesso per la visione integrale dello stesso.
L'inclusione dei tali contenuti in FocusPediatria non comporta l'approvazione o l'avallo nè implica alcuna forma di garanzia da parte di ICP, la quale non effettua alcun tipo di controllo. I contenuti non vengono in alcun modo modificati dal team di FocusPediatria. ICP pertanto non assume alcuna responsabilità, a titolo esemplificativo e non esaustivo, della legalità, veridicità e/o correttezza di tali Contenuti o notizie, o foto o video, nè delle eventuali opinioni, informazioni, pubblicità, di servizi o prodotti a pagamento o meno, ivi presenti o offerti, nè del rispetto dei diritti di proprietà industriale e/o intellettuale o delle norme in materia di protezione dei dati personali, nè risponde della loro eventuale contrarietà all'ordine pubblico, buon costume e/o comunque alla morale.