benvenuti in L'Italia non e' un paese per bambini, parola dei pediatri

Pediatria.it

Condividi

Se l'articolo che stai leggendo ti piace, condividilo anche con altri.

e mail via mail
condividi via facebook

L'Italia non e' un paese per bambini, parola dei pediatri

voceditalia.it - I dottori dei piccoli lanciano anche un appello ai politici "Bisogna riportare il bambino al centro delle scelte sociali e politiche del Paese".

Leggiamo su:"voceditalia.it"

"I dottori dei piccoli lanciano anche un appello ai politici, nazionali e locali: “Bisogna riportare il bambino al centro delle scelte sociali e politiche del Paese, perchè oggi il quadro è davvero sconfortante”, sostiene Ugazio. “Siamo il Paese che nel 2010 ha fatto meno bambini (è nostro il tasso più basso di natalità al mondo: 1,2 nati per donna fertile) e già questo dimostra lo scarso interesse per i bambini. Il nostro appello ai politici riguarda anche la spesa per la famiglia, oggi ferma all’incirca all’1,2% del Pil, contro una media europea del 2,2% e percentuali che in Germania e Regno Unito arrivano anche al 3,5%”.
Purtroppo, prosegue, “oggi si registra lo scarso interesse della politica in generale e delle amministrazioni locali per la mamma, il bimbo e la famiglia. Forse perchè i bebè non votano, i loro diritti passano in secondo piano”. Poca l’attenzione anche a qualità dell’aria e a sicurezza alimentare: “Oggi i nemici del sistema immunitario", fa presente Alessio Fasano dell’università di Baltimora, "si sono moltiplicati rispetto al passato. Dobbiamo difenderci da sostanze chimiche e cancerogene, e da alimenti mai visti prima. E non a caso ci troviamo davanti a epidemie di asma, ad allergie alimentari sempre nuove. Dobbiamo renderci conto che è proprio in età pediatrica che si gioca il futuro degli adulti di domani. Spero che la classe politica ascolti per una volta la classe medica e collabori per migliorare la qualità della vita dei più piccoli”.

Riferimento

Leggi l'articolo originale alla pagina:

http://www.voceditalia.it/articolo.asp?id=68372&titolo=L%27Italia%20non%20e%27%20un%20paese%20per%20bambini,%20parola%20dei%20pediatri

14/6/2011

14/6/2011

Articoli che potrebbero interessarti

Per gli italiani meglio l'ospedale pubblico. Ma per lo specialista preferiscono il privato
quotidianosanita.it - Il nord-est premia il medico di base mentre al centro si preferisce lo specialista privato.
Vaccini e sicurezza dei farmaci sono le priorità di ricerca per i genitori
prnewswire.com - Il sondaggio ha chiesto ai genitori di valutare l'importanza dei diversi tipi di ricerca medica per la salute dei bambini.
Mal di montagna bambini non vanno tenuti lontani da alte quote
agi.it - Lo dice un recente studio pubblicato sulla rivista 'Pediatrics'.
Centro di formazione pediatrico istituito al San Camillo
sassarinotizie.com - L'Asl di Sassari ha aperto presso il Servizio Formazione di San Camillo, il Centro di Formazione Pediatrico intitolato a "Luisa Monti".

FocusPediatria aggrega, organizza e rende maggiormente fruibili contenuti provenienti da fonti Blog e Siti web (o Blog o Siti). FocusPediatria, come consuetudine nei motori di ricerca web, nel pieno rispetto del copyright dei contenuti stessi, mostra i contenuti ai propri visitatori solo in forma di titolo e abstract, rimandando i propri visitatori, tramite appositi link, direttamente alla fonte di provenienza del contenuto stesso per la visione integrale dello stesso.
L'inclusione dei tali contenuti in FocusPediatria non comporta l'approvazione o l'avallo nè implica alcuna forma di garanzia da parte di ICP, la quale non effettua alcun tipo di controllo. I contenuti non vengono in alcun modo modificati dal team di FocusPediatria. ICP pertanto non assume alcuna responsabilità, a titolo esemplificativo e non esaustivo, della legalità, veridicità e/o correttezza di tali Contenuti o notizie, o foto o video, nè delle eventuali opinioni, informazioni, pubblicità, di servizi o prodotti a pagamento o meno, ivi presenti o offerti, nè del rispetto dei diritti di proprietà industriale e/o intellettuale o delle norme in materia di protezione dei dati personali, nè risponde della loro eventuale contrarietà all'ordine pubblico, buon costume e/o comunque alla morale.