benvenuti in Medicina: cuore meno a rischio se il medico è hi tech

Pediatria.it

Condividi

Se l'articolo che stai leggendo ti piace, condividilo anche con altri.

e mail via mail
condividi via facebook

Medicina: cuore meno a rischio se il medico è hi tech

unita.it - I medici che gestiscono i dati dei loro assistiti attraverso il computer sono più attenti alla valutazione del rischio cardiovascolare e più aggiornati.

Leggiamo su:"unita.it"

"Ha spiegato Giuliano Tocci, coordinatore della ricerca e Delegato Regionale SIPREC per la Regione Lazio, Cattedra di Cardiologia dell'Università  di Roma "La Sapienza" presso l'Ospedale Sant'Andrea. ''Un supporto elettronico aiuta il medico a ricordare quali sono gli aspetti di un singolo paziente - ha aggiunto Tocci - che non vanno bene e quali obiettivi deve prefiggersi di raggiungere e aiuta il medico a 'fare ordine' tra le diverse discipline, pur lasciando ampia libertà  di scelta secondo esperienza e conoscenza del medico e soprattutto secondo le caratteristiche di ogni singolo paziente. Strumenti nuovi, farmaci nuovi, migliori possibilità  di intervento e migliori possibilità  di comunicazione medico-paziente sono parte integrante della strada da seguire nel prossimo futuro''.

 

Riferimento

Leggi l' articolo originale alla pagina:

http://www.unita.it/notizie-flash/medicina-cuore-meno-a-rischio-se-il-medico-e-hi-tech-1.281939

12/4/2011

12/4/2011

Articoli che potrebbero interessarti

Farmaci: generici, da medici poca fiducia
ansa.it - Pazienti invece sono ben disposti verso gli equivalenti (64,8%.
Ballestrazzi, attenzione al "dottor Internet"
ansa.it - Alessandro Ballestrazzi mette in guardia dal diffondersi proprio sulla Rete di notizie che spingono ad atteggiamenti "sbagliati e irrazionali".
Solo 6 regioni conformi alle indicazioni ministeriali sul pediatra di famiglia per bambini stranieri
cirdi.org - Solo 6 Regioni assicurano il medico di famiglia o il pediatra di libera scelta ai figli di migranti non regolarmente iscritti.
Eccesso di iodio in gravidanza danneggia tiroide bimbi
agi.it - Le donne in gravidanza devono stare attente a non superare le dosi consigliate di iodio, per non mettere i figli a rischio di sviluppare ipotiroidismo.

FocusPediatria aggrega, organizza e rende maggiormente fruibili contenuti provenienti da fonti Blog e Siti web (o Blog o Siti). FocusPediatria, come consuetudine nei motori di ricerca web, nel pieno rispetto del copyright dei contenuti stessi, mostra i contenuti ai propri visitatori solo in forma di titolo e abstract, rimandando i propri visitatori, tramite appositi link, direttamente alla fonte di provenienza del contenuto stesso per la visione integrale dello stesso.
L'inclusione dei tali contenuti in FocusPediatria non comporta l'approvazione o l'avallo nè implica alcuna forma di garanzia da parte di ICP, la quale non effettua alcun tipo di controllo. I contenuti non vengono in alcun modo modificati dal team di FocusPediatria. ICP pertanto non assume alcuna responsabilità, a titolo esemplificativo e non esaustivo, della legalità, veridicità e/o correttezza di tali Contenuti o notizie, o foto o video, nè delle eventuali opinioni, informazioni, pubblicità, di servizi o prodotti a pagamento o meno, ivi presenti o offerti, nè del rispetto dei diritti di proprietà industriale e/o intellettuale o delle norme in materia di protezione dei dati personali, nè risponde della loro eventuale contrarietà all'ordine pubblico, buon costume e/o comunque alla morale.