benvenuti in Vaccinazioni: tornano le malattie prevenibili. Necessario alzare la guardia

Pediatria.it

Condividi

Se l'articolo che stai leggendo ti piace, condividilo anche con altri.

e mail via mail
condividi via facebook

Vaccinazioni: tornano le malattie prevenibili. Necessario alzare la guardia

quotidianosanita.it - Se diminuisce la percezione del rischio delle malattie prevenibili con la vaccinazione, assume paradossalmente più rilevanza la paura delle reazioni avverse dei vaccini.

Leggiamo su :"quotidianosanita.it "

"Nel biennio 2007 e 2008  più di 5mila persone si sono ammalate di morbillo. Nel 2008 sono stati confermati 58 casi di rosolia in donne in gravidanza, mai vaccinate. Inoltre, solo il 59% delle ragazze nate nel 1997 ha ultimato l’intero ciclo di vaccinazione contro l’Hpv.
“Spesso la popolazione considera l’obbligo di vaccinazione come un ‘marcatore’ di importanza, pertanto, ‘se non c’è una legge allora la vaccinazione non è importante’”, ha affermato Stefania Salmaso, direttore del Centro di Epidemiologia, Sorveglianza e Prevenzione della Salute dell'Iss, sottolineando che “oggi, per malattie come morbillo, parotite e rosolia, i bambini di due anni di età (con una copertura dell’89 per cento) sono abbastanza protetti (ma non in misura sufficiente dato che bisogna arrivare ad una copertura del 95% e due dosi somministrate). Il problema più grande rimangono gli adolescenti ed i giovani adulti che sono la popolazione che più sostiene le epidemie”. Per l’esperta se l’idea di introdurre nuove forme di vaccinazione con l’obbligo “oggi sembra anacronistica”, è però vero che “i tempi sono maturi per fare delle vaccinazioni l’oggetto di una scelta consapevole e responsabile” attraverso un adeguato sforzo comunicativo."

Riferimento

Leggi l'articolo originale alla pagina:

http://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=2339&&cat_1=5&&cat_2=0&&tipo=articolo

11/1/2011

11/1/2011

Articoli che potrebbero interessarti

Senato: nasce "Carta di Roma" per tutelare i minori
justicetv.it - la "Carta di Roma", un documento operativo per la tutela degli abusi sui minori e che sarà adottato dalla comunità internazionale al pari della
Facebook: benvenuti bambini
punto-informatico.it - Mark Zuckerberg si dice intenzionato a modificare Facebook per accogliere i minori di 13 anni. Ma la schiera degli antagonisti è folta.
Lombardia accetterà a scuola anche bimbi non vaccinati e senza prenotazione. "Ma dovranno adeguarsi in 30 giorni"
quotidianosanita.it - La Regione sta per approvare un percorso alle famiglie non in regola affinché possano recuperare la mancata vaccinazione.
Circoncisione. Omceo Torino: “Motivi religiosi non possono mai sovrastare la coscienza del medico”
quotidianosanita.it - La circoncisione rituale non si effettua per tutelare la salute e quindi "non può rientrare tra le prestazioni a carico del Ssn".

FocusPediatria aggrega, organizza e rende maggiormente fruibili contenuti provenienti da fonti Blog e Siti web (o Blog o Siti). FocusPediatria, come consuetudine nei motori di ricerca web, nel pieno rispetto del copyright dei contenuti stessi, mostra i contenuti ai propri visitatori solo in forma di titolo e abstract, rimandando i propri visitatori, tramite appositi link, direttamente alla fonte di provenienza del contenuto stesso per la visione integrale dello stesso.
L'inclusione dei tali contenuti in FocusPediatria non comporta l'approvazione o l'avallo nè implica alcuna forma di garanzia da parte di ICP, la quale non effettua alcun tipo di controllo. I contenuti non vengono in alcun modo modificati dal team di FocusPediatria. ICP pertanto non assume alcuna responsabilità, a titolo esemplificativo e non esaustivo, della legalità, veridicità e/o correttezza di tali Contenuti o notizie, o foto o video, nè delle eventuali opinioni, informazioni, pubblicità, di servizi o prodotti a pagamento o meno, ivi presenti o offerti, nè del rispetto dei diritti di proprietà industriale e/o intellettuale o delle norme in materia di protezione dei dati personali, nè risponde della loro eventuale contrarietà all'ordine pubblico, buon costume e/o comunque alla morale.