benvenuti in Bambini in carcere e alla domanda:

Pediatria.it

Condividi

Se l'articolo che stai leggendo ti piace, condividilo anche con altri.

e mail via mail
condividi via facebook

Bambini in carcere e alla domanda:"Che ci faccio io qui" nessuna risposta

repubblica.it - Sono figli di detenute, la maggioranza Rom, che stanno scontando la pena nelle carceri italiane. Dopo i tre anni spesso sono allontanati dalle madri e finiscono in ambienti estranei.

Leggiamo su "repubblica.it ":

"L'obiettivo era e rimane "nessun bambino varchi più la soglia di un carcere". "La prima cosa da fare è quella di portarli fuori da lì, di far conoscere loro la normalità" prosegue Colombini. "La nostra rete di volontari si è allargata moltissimo in questi anni e ora abbiamo la possibilità di portarli a giocare nei parchi, ma anche al supermercato o alle feste con altri bambini, cose normali che dovrebbero fare i bambini.
Ancora molti ostacoli. Il percorso di recupero delle madri è spesso difficile perché queste donne non sanno come fare per cambiare vita, sono legate alla loro cultura e il più delle volte non vedono altro futuro che tornare al campo e ricominciare con la vita di sempre che le porterà inevitabilmente di nuovo in carcere. "

 

Riferimento

Leggi l'articolo originale alla pagina:

http://www.repubblica.it/solidarieta/volontariato/2010/10/28/news/bambini_in_carcere-8514085/

29/10/2010

29/10/2010

Articoli che potrebbero interessarti

Prestazioni sanitarie e basso costo. Ordine dei Medici e Groupon. Chi ha ragione?
scienze-naturali.it - In avversità tra di loro l'Ordine dei Medici e Groupon, l'ormai famoso sito per l'acquisto di interessanti "coupon" sconto.
Il segretario regionale della Fimp Lazio lancia un appello al nuovo governatore sulla riforma del territorio
quotidianosanita.it - Al di là dell'assistenza H24 c'è bisogno di una riforma delle cure primarie pediatriche aderente alle reali esigenze degli assistiti.
Vaccini obbligatori al nido, Emilia Romagna al lavoro su legge
adnkronos.com - L'obbligo, se imposto per alcune, rischia di far percepire le immunizzazioni raccomandate come meno importanti di quelle obbligatorie.
Infertilità, un bambino su tre è a rischio
tp24.it - Circa 1 bambino o ragazzo su 3 presenta condizioni o comportamenti a rischio che possono avere ripercussioni negative sulla futura fertilità.

FocusPediatria aggrega, organizza e rende maggiormente fruibili contenuti provenienti da fonti Blog e Siti web (o Blog o Siti). FocusPediatria, come consuetudine nei motori di ricerca web, nel pieno rispetto del copyright dei contenuti stessi, mostra i contenuti ai propri visitatori solo in forma di titolo e abstract, rimandando i propri visitatori, tramite appositi link, direttamente alla fonte di provenienza del contenuto stesso per la visione integrale dello stesso.
L'inclusione dei tali contenuti in FocusPediatria non comporta l'approvazione o l'avallo nè implica alcuna forma di garanzia da parte di ICP, la quale non effettua alcun tipo di controllo. I contenuti non vengono in alcun modo modificati dal team di FocusPediatria. ICP pertanto non assume alcuna responsabilità, a titolo esemplificativo e non esaustivo, della legalità, veridicità e/o correttezza di tali Contenuti o notizie, o foto o video, nè delle eventuali opinioni, informazioni, pubblicità, di servizi o prodotti a pagamento o meno, ivi presenti o offerti, nè del rispetto dei diritti di proprietà industriale e/o intellettuale o delle norme in materia di protezione dei dati personali, nè risponde della loro eventuale contrarietà all'ordine pubblico, buon costume e/o comunque alla morale.