benvenuti in Pediatria: disturbo da iperattività colpa dei geni, studio apre a nuove ricerche

Pediatria.it

Condividi

Se l'articolo che stai leggendo ti piace, condividilo anche con altri.

e mail via mail
condividi via facebook

Pediatria: disturbo da iperattività colpa dei geni, studio apre a nuove ricerche

iltempo.it - Ha origini genetiche il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (Adhd). E' la scoperta di ricercatori britannici dell'Università di Cardiff, pubblicato su Lancet.

Leggiamo su "iltempo.it":

"Secondo lo studio pubblicato su Lancet, il disturbo è legato a differenze riscontrabili nel cervello dei bambini colpiti. Queste differenze sono provocate da segmenti del Dna duplicati o mancanti. La sovrapposizione principale, secondo gli scienziati, è stata identificata in una particolare regione sul cromosoma 16, già implicata nella schizofrenia e in altri disturbi psichiatrici. Dai dati dello studio emerge, secondo i ricercatori, da un lato, che la genetica, e nello specifico le mutazioni o duplicazioni cromosomiche, devono essere considerate prioritare nella ricerca sul disturbo. Dall’altro lato, la conferma delle origini genetiche dell’Adhd, smentisce l'ipotesi che il disturbo sia un problema di tipo sociale."


Riferimento

Leggi l'articolo originale alla pagina:

http://www.iltempo.it/adnkronos/?q=YToxOntzOjEyOiJ4bWxfZmlsZW5hbWUiO3M6MjE6IkFETjIwMTAxMDE0MTYyNzIyLnhtbCI7fQ

 

 

 

 

 

19/10/2010

19/10/2010

Articoli che potrebbero interessarti

Scoperto un super-anticorpo contro l'influenza
ansa.it - La scoperta, pubblicata su Science, si deve al gruppo coordinato dall'immunologo Antonio Lanzavecchia, dell'Istituto di Ricerche Biomediche (Irb).
Stabilità. Governo e Regioni al bivio. E la sanità affonda, ma non è colpa degli sprechi
quotidianosanita.it - Se le Regioni dovranno tagliare 4 miliardi non potranno non toccare i servizi. L’alternativa? Intervenire sui Lea.
Bambini vegetariani? I pediatri dicono sì, "ma con integrazioni"
quotidianosanita.it - "Escludere dalla tavola ogni prodotto d’origine animale può essere pericoloso. I genitori devono informare il pediatra.
Il farmaco equivalente non convince i pediatri
west.info-eu - Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Health Policy solo il 13,5% dei pediatri italiani prescrive farmaci equivalenti.

FocusPediatria aggrega, organizza e rende maggiormente fruibili contenuti provenienti da fonti Blog e Siti web (o Blog o Siti). FocusPediatria, come consuetudine nei motori di ricerca web, nel pieno rispetto del copyright dei contenuti stessi, mostra i contenuti ai propri visitatori solo in forma di titolo e abstract, rimandando i propri visitatori, tramite appositi link, direttamente alla fonte di provenienza del contenuto stesso per la visione integrale dello stesso.
L'inclusione dei tali contenuti in FocusPediatria non comporta l'approvazione o l'avallo nè implica alcuna forma di garanzia da parte di ICP, la quale non effettua alcun tipo di controllo. I contenuti non vengono in alcun modo modificati dal team di FocusPediatria. ICP pertanto non assume alcuna responsabilità, a titolo esemplificativo e non esaustivo, della legalità, veridicità e/o correttezza di tali Contenuti o notizie, o foto o video, nè delle eventuali opinioni, informazioni, pubblicità, di servizi o prodotti a pagamento o meno, ivi presenti o offerti, nè del rispetto dei diritti di proprietà industriale e/o intellettuale o delle norme in materia di protezione dei dati personali, nè risponde della loro eventuale contrarietà all'ordine pubblico, buon costume e/o comunque alla morale.