benvenuti in I bambini che vanno a letto presto sono più bravi a scuola

Pediatria.it

Condividi

Se l'articolo che stai leggendo ti piace, condividilo anche con altri.

e mail via mail
condividi via facebook

I bambini che vanno a letto presto sono più bravi a scuola

agi.it - Lo afferma una ricerca dell'istituto statunitense Sri international.

"E' importante che i genitori diano degli orari precisi per il sonno dei figli - ha spiegato Erika Gaylor, che ha condotto la ricerca - anche i pediatri dovrebbero insegnare agli assistiti che un comportamento virtuoso ha degli effetti molto positivi sulle capacita' dei bambini".

 

 

 

 

Riferimento:

Leggi l'articolo originale alla pagina:

http://www.agi.it/research-e-sviluppo/notizie/201006071533-eco-rt10197-i_bambini_che_vanno_a_letto_presto_sono_piu_bravi_a_scuola

 

 

 

7/6/2010

7/6/2010

Articoli che potrebbero interessarti

Siti: “Rapida conversione del Decreto Lorenzin. Le vaccinazioni obbligatorie dovrebbero essere 13”
quotidianosanita.it - La Siti si unisce alle considerazioni delle società e delle associazioni che hanno assieme collaborato alla redazione del Piano Vaccinale.
La scuola dei ritardatari. Porte aperte alle dieci e i ragazzi sono più bravi
corriere.it - Secondo un neuroscienziato dell'Università di Oxford gli adolescenti vivono in uno stato di jetlag perché la melatonina si presenta due più tardi.
Arriva prima App italiana su vaccini e prevenzione
adnkronos.it - Si chiama VacciniAMOci la nuova applicazione che consentirà di scoprire il mondo della prevenzione attraverso le vaccinazioni.
Tumori al cervello: si studia vademecum
tantasalute.it - Progetto di ricerca "Il tumore cerebrale nel bambino: un supporto alla comunicazione genitori-bambino riguardo alla malattia"

FocusPediatria aggrega, organizza e rende maggiormente fruibili contenuti provenienti da fonti Blog e Siti web (o Blog o Siti). FocusPediatria, come consuetudine nei motori di ricerca web, nel pieno rispetto del copyright dei contenuti stessi, mostra i contenuti ai propri visitatori solo in forma di titolo e abstract, rimandando i propri visitatori, tramite appositi link, direttamente alla fonte di provenienza del contenuto stesso per la visione integrale dello stesso.
L'inclusione dei tali contenuti in FocusPediatria non comporta l'approvazione o l'avallo nè implica alcuna forma di garanzia da parte di ICP, la quale non effettua alcun tipo di controllo. I contenuti non vengono in alcun modo modificati dal team di FocusPediatria. ICP pertanto non assume alcuna responsabilità, a titolo esemplificativo e non esaustivo, della legalità, veridicità e/o correttezza di tali Contenuti o notizie, o foto o video, nè delle eventuali opinioni, informazioni, pubblicità, di servizi o prodotti a pagamento o meno, ivi presenti o offerti, nè del rispetto dei diritti di proprietà industriale e/o intellettuale o delle norme in materia di protezione dei dati personali, nè risponde della loro eventuale contrarietà all'ordine pubblico, buon costume e/o comunque alla morale.